Sito Ufficiale del Mensile di informazione del "Municipio Montesacro" Edito e Diretto da Roberto Borgheresi
Mondo : Spagna velocista: Pil in crescita del 3,2% nel 2015
30/1/2016 15:18:18

Nonostante i dubbi sulla crescita globale e slule nuove tensioni sui mercati finanziari, la Spagna continua nella sua inarrestabile corsa.

Gli ultimi tre mesi del 2015, il Pil spagnolo è aumentato dello 0,8% rispetto al precedente trimestre, mantenendo così lo stesso ritmo dell'estate, e allo stesso periodo dell'anno passato (2014) è cresciuto del 3,5%. I dati preliminari dell'Ufficio nazionale di statistica di Madrid indicano inoltre per l'intero 2015 un'espansione dell'economia del 3,2%, il maggiore dal 2007. A frenare l'economia potrebbe essere tuttavia la paralisi politica nella quale - dopo le elezioni di fine dicembre, con il Parlamento più frammentato della storia democratica del Paese - i partiti non sono ancora riusciti ad accordarsi per trovare una maggioranza stabile e formare un nuovo governo.

Il dettaglio della contabilità nazionale verrà diffuso solo tra una settimana ma la Banca centrale spagnola ha spiegato che la crescita ancora sostenuta dell'economia è dovuta "al consistente rafforzamento dei consumi privati e agli investimenti delle imprese". Il contributo della domanda estera netta sarebbe invece quasi nullo con l'incremento delle esportazioni compensato interamente dalle maggiori importazioni richieste da famiglie e imprese. "Il Pil spagnolo ha accelerato nel 2015, aumentando, anno su anno, del 3,2% dall'1,4% del 2014. In ogni caso - spiega Apolline Menut di Barclays Research - prevediamo che la crescita rallenterà leggermente al 2,6% nel corso del 2016". Secondo gli analisti di Barclays, "il vento a favore della politica monetaria, i prezzi bassi del petrolio, e i guadagni dei salari reali dovrebbero continuare anche nei prossimi mesi. Mentre l'incertezza politica, determinata dal voto inconcludente di dicembre e dalla questione della Catalogna, potrebbe pesare negativamente sugli investimenti della prima metà di quest'anno".

La crescita del Pil ha portato con sè anche un netto miglioramento delle opportunità di lavoro. La disoccupazione in Spagna è scesa al 20,9% alla fine del 2015: un dato - diffuso dall'Istituto di statistica - che si raffronta con un tasso del 23,7% registrato a fine 2014. Le persone alla ricerca di un posto di lavoro sono ancora 4,78 milioni, nonostante una riduzione senza precedenti di oltre 678mila unità rispetto al 2014.




Pagina stampabile Invia questa notizia a un amico
Accedi/Registrati
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!